IL TATTO: LA PRIMA ESPERIENZA SENSORIALE

IL TATTO: LA PRIMA ESPERIENZA SENSORIALE

Niente è nella mente che non sia stato prima nei sensi, dicevano in latino con una celebre frase, i filosofi del Settecento. All’epoca una grande intuizione, divenuta oggi certezza grazie alle ricerche nel campo delle neuro-scienze. Ерpure tali scoperte non sembrano minimamente aumentare la consapevolezza di chi si occupa di bambini piccoli, i quali sotto il profilo della sensorialità. Sono sempre…

CONFERENZA/SEMINARIO: 10 – 11 Febbraio 2018 – L’Osservazione del movimento nel bambino

CONFERENZA/SEMINARIO: 10 – 11 Febbraio 2018 – L’Osservazione del movimento nel bambino

L’OSSERVAZIONE DEL MOVIMENTO NEL BAMBINO a cura di  Agnès Szanto-Feder dell’Association Pikler-Loczy de France Coordinatore  didattico Giada Bevilacqua CONFERENZA Sabato 10 FEBBRAIO La Dott.ssa Szanto-Feder affronterà diversi aspetti legati alle fasi dello sviluppo psicomotorio nell’attività spontanea del bambino. Si approfondirà in particolare il ruolo svolto dall’equilibrio nella costruzione del sentimento di sicurezza e di competenza, quella base…

IL TEMPO PER IL BAMBINO

IL TEMPO PER IL BAMBINO

Il tempo è un concetto molto astratto, da adulti: il bambino comincia a realizzarlo intorno ai sette, otto anni, ma lo comprende pienamente solo più tardi quando gli diventa chiaro che la vita umana – come quella degli animali o delle piante – ha una conclusione. Il bambino piccolo è dunque lontanissimo da una tale…

L’INGRESSO E L’USCITA

L’INGRESSO E L’USCITA

Ci sono due momenti cruciali per migliaia di bambini nella vita di ogni giorno, che attraversano tutta l’infanzia: andare a scuola, uscire da scuota e il suo rovescio: lasciare la casa, tomare a casa. Per molti di Ioro I’esperienza è cominciata già al Nido e non è stata piacevole se gli adulti, più preoccupati dell’ordine e…

AIUTARE IN CASA IL VOSTRO BAMBINO

AIUTARE IN CASA IL VOSTRO BAMBINO

Trattate sempre il vostro bambino con rispetto e considerazione. Siate flessibili nei rapporti con lui; mostratevi incoraggianti e fiduciosi anche quando sbaglia. In ogni situazione stabilite in modo chiaro e coerente i limiti entro i quali possa sentirsi libero e responsabile e su di essi siate fermi, non abbiate timore d[ dire “no”. Ricordate che un bambino impara pie lentamente…